8 ottobre 2008

Televisione e Immigrazione


Mi è capitato spesso di sentir parlare dell’immigrazione. Una delle “cause” dell’immigrazione in Italia, ricordo di aver sentito più volte, è la televisione. La televisione italiana che, vista all’estero, contribuisce a crea una immagine mitica e idilliaca del nostro paese.
Nelle case di Budapest, come penso ovunque, ad andar bene c’è la TV via cavo che permette di visualizzare solo un canale italiano: RAI1.
DOMANDA: E’ mai possibile che qualcuno decida di emigrare in Italia dopo aver visto RAI1?
Con il tubo catodico sintonizzato su Rai 1, da quando sono qui, ho visto cose indicibili: La Botola di Fabrizio Frizzi, la scossa di Amadeus, Porta a Porta di Vespa, Don Matteo di Terence Hill, Gigi Marzullo in notturna e Antonella Clerici e la Carrà in prima serata.
Mi sono chiesto é possibile che nella Nigeria tormentata dalle guerre civili c’è gente che vede Terence Hill e poi sogna di essere protetta da Don Matteo? Chi è che in Albania o Tunisia ha il coraggio di salire su un gommone dopo aver visto la Botola? Come è possibile che le biondazze dell’est sognino di essere Antonella Clerici? Come si può pensare che Marzullo e Vespa siano dei creatori di un falso mito? Marzullo che si pone da una vita 1000 domande senza senso e Vespa che se ne pone solo 2 da 10 anni: Cogne e Padre Pio. Il mito americano creato negli anni 60' -70' era differente. C'era James Dean non Don Matteo; c'erano i western, non le "prove del cuoco".
OSSERVAZIONI: Due sono le possibilità:
1- Gli emigranti sono pazzi scatenati;
2- Questa teoria del mito televisivo è una tremenda stronzata.
Io opto per la seconda. I vero motivi sono altri. Sono l’Italia, geograficamente al centro del Mediterraneo, e gli italiani, falsi miti di noi stessi. Gli italiani che ostentano una finta ricchezza, vestono iperfirmati e indossano occhiali da sole anche in inverno. Gli italiani che all’estero vogliono fare per forza gli italiani. Gli italiani con tre cellulari, che comprano anche le televisioni a rate. Televisioni giganti. Per poter vedere Vespa e Frizzi in dimensioni reali. Che miti.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

tanto di cappello per quello che dici... non dimenticare che gli italiani sono quelli che si pagano anche le vacanze a rate, il che secondo me e' il massimo...

tubulidae ha detto...

Minchia.........non devo dimenticare nemmeno che sono italiano. Quindi magari me la faccio, adesso che lo ho scoperto, una vacanza a rate. :)

Anonimo ha detto...

Bel post, finalmente ci avviciniamo a un po' di serieta'. Ora ti spiego la situazione della televisione. Io sono un albanese che ha una famiglia di 5 persone e che non arriva a mangiare tutta la settimana (non esagero su questo, leggetevi Amnesty o Medici senza Frontiere). Accendo la televisione e mi vedo questa scena. Mille colori sfavillanti e un deficente totale seduto davanti a un altro deficente totale che aprono dei pacchi. Alla fine uno dei due deficenti con un sorriso, stelline ragazze applausi vince una cifra pari a 20-30 anni di lavoro in Albania. Comincio a pensare ma che cazzo, sono io piu' stupido di questo ? Non posso andare li e avere anche io quello ? Poi prima della Carra' arriva una marea di pubblicita incredibile, super donne che trombano con il primo che passa per una merendina, auto spaziali che si muovono sole e che ti dicono sono alla portata di tutti... E li pensi ma che paese questo, cavolo hanno tutto!!!
Poi arriva la Carra', la trasmissione e' terribilmente stupida ma poi arriva uno che telefona da casa e si prende 20000 Euro solo per aver risposto!!!

Cazzo questa Italia e' il Paradiso!!!!

Durante la Clerici stanno lavorando e Marzullo e' a notte fonda gia' dormono....

Ascolta questa canzone di Fossati e forse capisci un poco di piu'...

http://it.youtube.com/watch?v=rhU-maMHuVk

tubulidae ha detto...

Qunidi tu opti per la rispota 1. Non mi convince........ Quindi tutti gli albanesi che arrivano in Italia sperano di giocare ai pacchi? Poi penso che anche li' ci sono i giochi tipo questi. Ho scoperto che DOn Matteo é tradotto in ungherese, figurati......

Anonimo ha detto...

Io per vedere Terence Hill andrei pure in capo al mondo :)

E.

Anonimo ha detto...

se vuoi un mio modesto parere la tv è solo una piccola parte di un grande puzle.nn credo che sia solo don matteo o la clerici che spinge questa gente a muoversi esiste nche quel fenomeno chiamato passa parola.ora per passa parola nn intendo il programma che per tanti anni è stato diretto da jerry scotty, ma solo le dicerie di gente che ce l ha fatta ad uscire da un baratro chiamato povertà assoluta.ricordi gianni quel ragazzo che frequentava michele pinto e gli altri?be lui sosteneva che qui lui stava bene perchè in albania potevi essere ucciso per esempio per futili motivi e nessuno avrebbe mai indagato sul perchè.ora questo è solo un esempio banale ma in realtà lui si sente libero anche se deve lavorare duro e nn è poco per gente che ha vissuto in prima persona un disastro come la guerra,è un pò come uscire di galera ed aver voglia di fare tutte quelle cose che prima ti pesavano.ora nn è che voglio dire che tutti i clandestini hanno qui in italia un trattamento di piacere visto quello che succede nei cpa e nei cpt,però quei pochi che riescono a farsi strada si accontentano e nn sono io a dirlo.
ricordo che gianni disse anche:"tutti miei amici raskare io no poi un giorno prete ricchione volere raskare con me. e vabbe che sono unico albanese che nn raska ma ricchione no!" scusa la volgarità ma a me fece ridere.
ah,dimenticavo ora vogliono approvare una legge sui permessi di soggiorno a punti come la patente.ma tu che ne pensi?
un abbraccio forte il tuo caro giorgio il razzo

tubulidae ha detto...

grandissimo il pazzo, meno pazzo che mai in questa risposta. Non posso non darti ragione. E' chiaro che la povertà è una merda. Per fortuna che Gianni ha capito che per stare meno male non bisogna per forza prendersela in culo. Nel vero senso della parola.....un abraccio

francesca-hu ha detto...

tutte risposte sensate e con fondamenti. fra poco peró non parleremo piú di immigrati in italia, ma dell esdodo dall'Italia degli italiani.gli italiani, molti, se ne devono andare per trovare lavoro all'estero, non tutti hanno mamma e papá iper possidenti e credimi, nessuno ti ospiterá neanche per una notte perché sei immigrato. magari non si scappa da guerra e miseria assoluta, ma dalla prospettiva di dover rimanere a casa fino a 40 anni( di non poterti permettere il lusso di fare una famiglia e poterla mantenere perché sarai per sempre precario) cosa per cui il resto del mondo ci sfotte.
anche abbassando molto io tiro (e qui ammetto che un italiano in media non si accontentava e ora gli tocca), non pretendi la casetta con giardino rifinita ma ti adatti, con un contratto che puó essere rinnovato non solo ogni mese, ma addirittura a giorno, nemmeno l idea del mutuo puoi sfiorare.
intanto il mondo e noi stessi ci sfottiamo e ci critichiamo.mah...

LauraG ha detto...

E' vero che campare qui in Italia è sempre + complicato, che le tappe della vita ovvie per i padri (vai a scuola, esci dalla scuola e prendi a lavorare, conosci la metà delle tua vita e metti su famiglia, tuo figlio andrà a scuola e ricomincia il ciclo) ora non sono + tanto ovvie x i figli però non dimentichiamo da dove vengono e cosa lasciano gli immigrati che arrivano da noi! Parlo ovviamente di quei disperati brava gente anche se poi qualcuno di loro, vuoi x necessità vuoi x scorciatoia, tanto brava gente non resta più. Vengono dalla miseria quella vera, vengono da paesi dove il solo diritto è quello della giungla, la legge del più forte, vengono da veri inferni! Credo che vengano da noi non solo xchè siamo al centro del mediterraneo ma perchè sanno che li raccogliamo per cui x loro tutto stà ad arrivare vivi e che x il futuro si vedrà, intanto sono arrivati.
Questi mi intentenriscono, probabilmente anch'io al posto loro avrei voluto fuggire. Certo, come ho sentito dalla vive voce di una ingegnere donna ucraina qui come colf ed ora tornata in patria con qualche soldo in tasca x la famiglia, l'Italia non è di gomma Ed infatti anche da qui q.che connazionale scappa...

PS x sdrammatizzare: anch'io sono pronta alla fuga verso un paese del Primo Mondo! : ) Verso quello che non ha comprato il format de "il Grande Fratello" ! : )
Peccato che non ne ho trovato manco una... : $

Anonimo ha detto...

Gio propongo un Grande Fratello coo io, te, Andrea, Giovanni, Giorgio lu pazzo, Lucky, la Marcianise e chiuso in un sgabuzzino Adriano....

Chi vincerebbe ?

E.

Anonimo ha detto...

Ah non me ne vengano le signorine del Blog per il Grande Fratello, solo il primo giorno staremo da soli, poi entreranno nell'ordine Eszter, Francesca, Judit, Laura e Reka (in rigoroso ordine alfabetico). A quel punto si che la lotta si fara' dura...

E.

tubulidae ha detto...

Eh....mia assento e si accende una grande discussione. Che sfigato che sono. Vambo.....vediamo se riesco ad aggiornare

tetè ha detto...

caro mio giorgi il punto è che noi abbiamo sempre mostrato l'immagine di quello che non siamo!!vedi in giro ragazzi con macchine di non sò quanti milioni di euro e scopri che hanno a 30anni debiti per altrettanti anni solo per girà con la macchina decappottabile e andà in discoteca così magari alle 5 del mattino quando sta tornando a casa a dormire , "fuoriporta" lo vede un immigrato che sta andando in campagna a raccogliere pomodori e pensa"BEATI LI ITALIANI"!!apparenza tutta falsa apparenza!

lavaligiadicartone ha detto...

Raiuno e`l'unico canale che prendo...e sogno sempre che facciano qualcosa di bello. Quando ci sono i bei film pero'la oscurano...ma come? Pago la tv via cavo! Allora torno sulla Bbc o altri canali dove almeno qualcosa di qualita`lo fanno...

tubulidae ha detto...

Ambe....almeno a me non la oscurano. Anche se di film decenti no nse ne parla. Mi sono pero' appassionato a raccontami....paccio propria.