11 novembre 2008

Perché mai....

Foto non mia, magari fossi lui o lo incontrassi, cmq da qui

Dopo aver scritto quello che odio dell'Ungheria (cliccando qui) e quelllo che invece amo (cliccando qui), oggi scriveró quello che assolutamente non capisco. A Budapest ci sono tradizioni, abitudini o semplici regole che sfuggono alla mia totale comprensione.
Non dico che sono cose belle o brutte, semplicemente per me incomprensibili.
In particolare mi chiedo:
- Perché nel 90% dei casi é impossibile svoltare a sinistra con l'automobile?
- Dove cazzo vanno di giorno i bidoni dell'immondizia?
- Perché chi va in bici ha sempre una gamba del pantalone arrotolata su se stessa?
- Perché ci sono solo ed esclusivamente parrucchieri unisex? E la barba? Poi perché cosi' tanti?
- Dove si sviluppano le foto?
- Perché tutte le case hanno barricate incredibili anche se non esiste alcuna criminalitá?

39 commenti:

Anonimo ha detto...

La gamba del pantallone va arrotolata altrimenti va incastrata nella catena della bici che comunque non é una cosa piacevole (il mio jeans preferito é finito tra la catena...)

Ester

tubulidae ha detto...

Ah ah ah ah. Non ci avevo pensato..... e in inverno? Come si fa?
Grandissima cmq.

Nem pilo ha detto...

perchè mai il 70% delle donne di Budapest sono bellissime?

tubulidae ha detto...

Caro Nem Pilo, tu hai visto la gioia e i dolori della terra magiaria. U pilo.....speranza e angoscia di molti uomini pronti a emigrare pur di raggiungere la terra promessa.

reed ha detto...

in fondo é quella l'unica vera risorsa dell'Ungheria, le donne.

Daniel ha detto...

guarda ci sono cose in italia ben peggiori, che nonostante io sia in italia da sempre non credo che riuscirò mai a capire, altro che le amenità magiare citi tu nel tuo post....
;-)
ad esempio

perchè la guardia di finanza viene a rompere le palle a quelli che le tasse le pagano e mai ai veri evasori?

com'è che il crimine organizzato) ha tutto questo potere?

perchè inmedia le ragazze italiane sono tra le più stronze e cofane d'europa?

com'è che il vaticano nonostante oramai i cristiani veri si contino sulle dita di una mano, è ovunque?

perchè in tv fa successo solo chi non sa fare un cazzo?

com'è che nonostante ci sia una crisi immobiliare le case hanno ancora prezzi impossibili?

oramai sto meditando di trasferirmi in Germania o in Austria e salutare il mio paese (di merda) natio prima che la barca affondi...
tanto li piglio di più a fare il paninaro che non italia a fare l'avvocato e il costo della vita è anche abbastanza inferiore (treni esclusi)

ciao!

tubulidae ha detto...

Beh dai, alla fine non sono l'unica risorsa ungherese. Mi piace scherzarci sopra, ma come dice Daniel in Italia ci sono tantissimi problemi. La corruzione del sistema é forse la cosa piú orrenda e piú in comune tra Italia e Ungheria.

francesca-hu ha detto...

un commento a caldo da una ragazza italiana: cofana ci sará tua sorella, manda una foto che vorrei tanto vedere chi é sto gran pezzo di figo che scrive.

in piú come cavolo ci si permette ancora di dire che un paese, che era regno storico quando l'Italia ancora doveva immaginare che un giorno avrebbe avuto forma di stivale, abbia solo quello come ricchezza. bisogna informarsi prima di parlare.

ribadisco per gli altri : chi va lontano a cercare "u pilo" vuol dire che sta messo male: a casa sua nemmeno le cofane se lo cagano.

questa é la summa della cultura media italiana sull'Italia stessa e sull'Ungheria? andiamo bene

francesca-hu ha detto...

e dimenticavo caro daniel, che siamo anche stronze : A NOME DELLA CATEGORIA RINGRAZIO, in questo caso é un complimento.
prova ad andare in Austria o in Germania, vedi un po se sono stronze anche lá tutte quante, in quel caso, un esamino di coscienza ci sta tutto.

tubulidae ha detto...

E la la...la mia collega di scrivania si é scaldata ........
Girls Power :)
Se le donne avessero le redini del potere mondiale in mano sarebbe tutto piú ordinato e severo...... chissá se non sarei subito condannato.

Anonimo ha detto...

condivido le parole di Daniel

reed ha detto...

Francesca ciao sono Giovanni da IBM, il mio commento tra serio e ironico e° solo relativo all°attualita° dove non vedo cose che in Ungheria possiamo identificare come risorse, ma ripeto era per ironizzare.
Poi ti rammento che bazzico l°Ungheria dal 1990 e non certo per motivi di donne :-).

francesca-hu ha detto...

GIOVÁ!Detto da te e riconoscendoti ORA capisco e rido anche io,REED!

Anonimo:la Germania é grande, l'Austria un po' meno ma hai visto mai.

Giorgino: qualsiasi cacchiata -tipo questa del Girl e Donna Power - ti verrá sempre e comunque perdonata da una donna, sei troppo Giorgino per arrabbiarsi. Un abbraccio al mio squisito compagno di banco, portatore di acqua e caffé (cioccolata e thé all'occorrenza, DIGITI 3)

Anonimo ha detto...

a me sembra che daniel abbia detto cose molto sensato su come sta messa l'italia al giorno d'oggi. Se te estrapoli una parte sola per un discorso generale, allora perondami, ma perde senso cio che dici.

Il vaticano dovrebbe chiedere scusa per l'eternita per cio che ha fatto in passato e cio che continua a fare ora... tipo un GP2 che va in Africa (flagellata dall'Aids) a dire di non usare il preservativo, o un ratzinger che fa lo stesso o che so il divieto di usare le staminali a fini terapeutici o i preti pedofili o la benedizioni a certi circoli religiosi che sono circoli di potere (opus dei) e cosi via indietro nel tempo (se vuoi continuo)

francesca-hu ha detto...

guardia di finanza, crimine organizzato,ragazze, vaticano,tv, crisi , immobiliare sono i punti che cita daniel.
per difendere la tua tesi che copio:"Se te estrapoli una parte sola per un discorso generale, allora perondami, ma perde senso cio che dici", usi un solo argomento:il vaticano.
Non ho voluto fare un discorso generale, ma focalizzarmi sul tema ragazze, apertamente.
Ho preso un punto, come hai fatto tu, e l 'ho sviluppato.

Anonimo ha detto...

Ma scusate, ha ragione Francesca al 100%, che vuol dire se estrapoli una parte? Cioe' tu fai un discorso di 10 pagine e in una riga scrivi le donne sono tutte stronze e allora vale? Non scherziamo...

Per le domande di Daniel direi che non erano molto attinenti visto il post del Di Palma assolutamente ironico. Se vogliamo pero' rispondere ecco qui le mie risposte.

- Mai avuto problemi con la Finanza per quanto riguarda le tasse, al massimo qualche canna ma poca cosa. Con un Presidente del Consiglio che si fa le leggi ad personam gia' che ci sia qualcuno che paga ha del miracoloso.

- Non per ripetermi ma con un Senatore a Vita condannato per Mafia (poi caduto in prescrizione) e un Presidente del Consiglio che aveva l'autista mafioso non c'e' molto da fare.

- Su questo ti ha gia' abbondantemente risposto Francesca (tra parentesi una ragazza bella e simpatica)

- Il Vaticano e' li perche' siamo un popolo di Chiesa, perche' la Democrazia Cristiana ha governato per 40 anni e perche' i comunisti a detta di tutti mangiano i bambini.

- Perche' continui a guardare la TV? Io non ne ho bisogno e non la vedo da ormai 5 anni senza essermi perso niente.

- Perche' il mercato immobiliare e' legato totalmente alle banche e non alle case stesse, il terrore di questi giorni e' infatti che crollino le banche e si portino dietro tutto il resto (mutui per primi).

Voglio finire dicendo che i problemi che dici sembrano tutti dovuti a un problema di mala gestione politica ma visto che Berlusconi lo avete votato voi (io non me la sono piu' sentita di votare), almeno evitiamo di lamentarci.

Comunque se credi che il costo degli affitti austriaci e tedeschi sia inferiore e il tenore di vita pure ti sbagli e pure di grosso

E.

tubulidae ha detto...

Emiliano sei il classico uomo pronto a tutto per difendere "u pilo". Ecco che il discorso torna sempre. Gli uomini pronti a tutto...... sei un CROCIATO.
ahahhaahha

francesca-hu ha detto...

se uno dice una cafonata all'interno di un blog pubblico e glielo faccio notare, e non faccio trattato del resto che ha scritto, é un problema?

Anonimo ha detto...

e. il mercato immobiliare e' legato a:

- aziende immobiliari
- Famiglie
- speculatori
- grandi aziende
- enti pubblici
- banche (che finanziano anche il mercato immobiliare, anche)

Se le banche crollano, il mercato immobiliare ne risente poco. Se scoppia la bolla speculativa che gli immobiliaristi hanno creato da anni a questa parte in italia, le banche iniziano ad avere problemi. Un semplice ragionamento: le banche cosa vendono? Case o denaro per comprare case? Le banche sono obbligate ad avere certi parametri in rispetto agli accordi di Basilea (vincoli minimi di capitale, vincoli di rischio nei prestiti etc etc) ora, secondo te, una banca che deve avere un'esposizione al rischio limitato, si va ad impelagare in una bolla speculativa immobiliare? o Ce la tirano per i capelli, forse? ricordati: le banche vendono soldi, e vogliono riavere soldi (non dire che e' strozzinaggio, perche' e' stato giustificato da un padre della chiesa, sant'agostino, il meccanismo del credito ergo se siamo credenti dovremmo offendere un santo) e il mercaato immobiliare interessa solo finche' e' solido.

nessuno ha detto...

Caro Giorgio, anche io ho tantissime cose che non capisco... :)

cerco di descriverti "il secondo me" dei quesiti da te enunciati :)


- al 90 % dei casi non si puó svoltare a sinistra: a me sembra una logica urbanistica. Avendo la guida a destra, per svoltare a sinistra si deve interrompere il flusso del traffico opposto, mentre girando a destra no. Girando 3 volte a destra si ottiene lo stesso che girare a sinistra, ma all'incrocio avremo meno sensi da intervallare, cioé il traffico é piú fluido, e meno esposto ad incidenti.

- dove vanno i bidoni dell'imondizia: mah é un mistero, anche se a dirti il vero io non li ho mai visti in giro :) a cosa ti riferisci?

- in bici pantaloni arrotolati: per non sporcare i pantaloni con l'olio della catena o peggio non far incastrare i pantaloni tra la catena e la ruota dentata. (io per es. in bici ci andavo praticamente solo in pantaloncini (poche eccezzioni). :)

- Parruchieri unisex e quantitá: non lo so! :) (fin ora é la risposta migliore), suppongo dipenda da un fatto tecnico. Alle scuole per paruchieri si studiano separatamente i tagli maschili e femminili, con i relativi esami. Penso ognuno preferisce specializzarsi su uno dei due sessi. inquanto alla quantitá: non ci ho fatto mai caso, forse dipende anche dalla zona, o dal fatto che siamo vanitosi e c'é molta richiesta :). ma citando una canzone di Max Pezzali: "2 discoteche, 106 farmacie..." (non so nemmeno io che c'entra, ma sentivo che andava scritto :) )

- Dove si sviluppano le foto: ma dal fotografo, dove se no?! dei tanti "vecchi" (tradizionali) fotografi ce ne sono rimasti di meno, perché si sono dovuti adattare al digitale (che in realtá ha aumentato il giro d'affari, siccome la stampa su carta fotografica rimane la migliore soluzione in termini di qualitá, costo, durata nel tempo, e con il digitale c'é piú gente che fa foto, e ne fanno di piú), che nel migliore dei casi comportava una spesa in piú e nel peggiore un "cambio macchina". Questi fotografi "tradizionali" hanno il loro "laboratorio", e ce ne sono diversi. A Budapest ho visto una forte preferenza per la Fuji (macchine: serie "Frontier"), che comunque preferisco anche io, per i colori piú naturali. Per tutti gli altri casi (auchan, tesco, DM, Rossman, e compagnia bella), in genere c'é una ditta che raccoglie le ordinazioni e le portano a sviluppare (camionate) in paesi dove costa di meno, come Slovacchia, Polonia ecc.. Posti dove ci sono grandi laboratori, per "sviluppi di massa", che peró ovviamente intaccano la qualitá (materiali scadenti, liquidi strautilizzati, ecc.)

- Barricate : La criminalitá esiste anche a Budapest (purtroppo), come ovunque, anche se molto bassa, e quasi inesistente rispetto a certe cittá come Milano, Torino... . Le inferiate e simili, sono comunque accessorio tipico delle grandi cittá. Poi penso una buona parte sono persone anziane che con tutti i casini che hanno visto (guerre mondiali, Nazzisti, Sovietici,...) non si fidano piú di nessuno. :)

é bello pensare ai perché :)

mumble mumble....

Ciao a tutti. :)

francesca-hu ha detto...

a parte le doppie z che volano libere, bravo nessuno!
e grazie a Emiliano che dice delle grandi veritá, specie sul fatto della beltá e simpatia della mia persona;~@
non hai detto, peró, della voce piú calda e sensuale del circondario, vabbé:
"per rimediare, digiti 1..."

Daniel ha detto...

porca vacca ho creato un flame entschuldingung,
mi spiace di aver fatto scaldare Francesca-Hu che ha scritto così "a caldo" da ignorare persino elementari regole di sintassi :)

non mi è esattamente chiaro il senso della frase "in piú come cavolo ci si permette ancora di dire che un paese, che era regno storico quando l'Italia ancora doveva immaginare che un giorno avrebbe avuto forma di stivale, abbia solo quello come ricchezza. bisogna informarsi prima di parlare"

in particolare che cos'è esattamente un regno storico? una nuova forma di stato ignorata dagli studiosi di diritto costituzionale?

per quanto riguarda Austria e Germania e la loro popolazione femminile ci sono già stato in entrambe e da quel punto di vista mi sono trovato benissimo ;) e spero di andare a vivere lì presto, sperando di imparare alla perfezione lingua e legislazione.

salutami la De Filippi

D.

tubulidae ha detto...

Ahahha. Alla fine é successo un finimondo. Cmq cerco sempre di non schierarmi dalla parte di qualcuno, o di nessuno, meglio. :) Il post aveva valore puramente giocoso ....capitemi. Non penso di aver fatto oltraggio all'ungheria o all'Italia, chiedendomi perché tutti i barbieri sono unisex...
Sono solo cose che per me sono strane. E' la stessa cosa che prova la gente nel venire al sud Italia e vedere dei poster funerari giganti. Per me é normale, ma per uno non abituato é una cosa stranissima.....
P.S. Caro Nessuno, la passione per la fotorgrafia t'ha tradito. :) Ciaooooo

LauraG ha detto...

:o !
Ma come! Arrivo io ed il finimondo è già finito? :(
Però, foOOoorte! :)
E FraHU: GAJARDA! :))
E non è x la solidarietà femminile ma x i luoghi comuni! ;)
"Assiomi" che, per la verità, mi pare cicciati anche x tal'altre osservazioni...(Bada, non tutte ma qualcun'altra...c'è!)
Vabbè, famo che è finita! Però prima di chiudere posso appaudire a chi s'impegna tentando di trovare le cause? :) Bello! Questa si che è la via! Riflettere e discuterne! Altrimenti, che si parla a fà? ;)

Vai Giorgio! :) Che cce voi fà, Ai fini del Blog: Ottimo! Che risonanza! Nel bene e nel male purchè si parli! :) (e non purchè se ne parli!) ;)
PS Wow! Che toni "orsacchiottosi" nei tuoi confronti! :o Attendo un'acrilico e collage in tema! ;P

reed ha detto...

tornando al discorso parrucchieri-barbieri, tutto nasce dall'organizzazione del lavoro nello stato socialista, dove parimenti donne e uomini potevano dedicarsi a questo mestiere senza distinguere tra
barbiere e parrucchiere. In passato esistevano anche le classiche botteghe da barbiere, per la barba appunto, molto ridimensionate in numero da provvedimenti restrittivi ralativi all'igiene e all'uso delle lame. Alcuni parrucchieri, a richiesta fanno anche la barba. Il mio per esempio.
Non ultimo il discorso della privatizzazione, lo stato socialista quando ha nazionalizzato le proprietá nel 1948 ha poi usato i negozi per impiegare il personale ( statale ) nelle varie mansioni ( alimentari, macellai, etc etc). Quando nel 1990 hanno dato inizio al programma di privatizzazione i primi immobili che sono ritornati nelle mani dei proprietari originali o degli eredi sono stati proprio i negozi al dettaglio, ( cosiddetta piccola privatizzazione). Quindi dopo 40 anni molti hanno riavuto indietro quanto preso allora dallo stato e hanno messo su nuove o continuato le attivitá in uso.
I barbieri e parrucchieri sono da collocarsi in questa situazione.
Considerate anche che molti durante il socialismo erano riuniti in "cooperative", ma quando hanno avuto la possibilitá si sono poi messi in proprio. Quindi il loro numero é aumentato.

francesca-hu ha detto...

daniel, scelta mia ovviamente, preferisco dimenticare la sintassi che l'educazione.

non te lo avrei fatto notare, ma giá che vuoi sottilizzare
ti ricordo che le frasi si iniziano con la maiuscola, quindi, prendendo ad es. il tuo primo commento, giá dalla prima riga non ci siamo, davanti agli elenchi ci vanno i due punti e cosí via.
continui a criticare il tuo stesso scritto.

"regno" mi auguro di non dovertelo spiegare, "storico" puó essere dubbio, lo intendo qui nel senso "da molto tempo", non come qualificazione di una categoria di regno.

ti impunti molto sulla forma vedo, mancherá mica la sostanza?:-O

Se é cosí,sono contenta che in Germania ed Austria stronze e cofane siano state alla larga da te.

Aggiungo che non ho capito il riferimento alla De Filippi, non amo i programmi di questa conduttrice su cui, giacché la citi, devi essere ferrato giá abbastanza tu;-)

S.L. ha detto...

alcune osservazioni:
- non vedo errori di sintassi.
- chi cerca errori nei dettagli, sa di non averne trovati nei concetti. :)
- le persone hanno ricevuto indietro le proprietá confiscate dalo stato?: Ma di quale paese stai parlando?
- in Austria e Germania si trovano facilmente le ragazze?: non é bello fare diffrenze tra popoli, e sai benissimo anche tu che in qualsiasi paese trovi piú facilmente solo ragazze di categorie "interessate" (o quelle a pagamento o quelle patite di una cosa che rapresenti per loro, tipo nazionalitá, religione, mestiere,... . (se sei medico e vai in Francia, cerchi qualche "appassionata di medici", a cui, inoltre, dai quel qualcosa in piú, non essendo "del posto", farai "amicizia" piú facilmente, ma non sarebbe corretto dire:"le francesi sono facili". Se non capisci il concetto perdonami di aver preteso troppo).

buona giornata a tutti

reed ha detto...

s l

mi riferisco all'Ungheria, Hungary,
Magyarország.
Non l'ho scritto ma con un pó di fantasia si poteva capire.

francesca-hu ha detto...

Quanti commentatori assidui e simpatici!grazie laura, bella GAJARDA pure tu!
e come diresti tu Giorgino: PACCI PROPRIA con tutta sta commenteria: quanto mi viene di percentuale? i caffé della macchinetta non valgono;-)

tubulidae ha detto...

Beh France.......hai scatenato nu putiferio. paccio propria. Allora ogni volta che fai scattare nu putiferio pago 2.000 (e parlo di euro non di fiorini). :)

S.L. ha detto...

a reed,
ma allora non ci hai proprio capito un c******

.... chi ha orecchie intenda

reed ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
reed ha detto...

a s. l.

se ti spieghi in italiano forse si capisce.

Daniel ha detto...

Replico a Francesca e a S.L.

1) Non seguo i programmi della De Filippi, erò ogni tanto mi vedo spezzoni di litigate bestiali che fanno il pubblico nello studio, e dal tono della risposta ti immaginavo come una di quelle tizie incazzatissime che ruggiscono in quella "simpatica e chiassosa arena", perdonami per l'accostamento forse è un po' troppo ingiurioso per chiunque ;-D

2) Avrò pure fatto errori di battitura ma la tua sintassi (?) e i concetti (?!!!) che esprimi lasciano molti interrogativi, quindi anche sulla sostanza, oltre che sulla forma non ci siamo proprio

3) Quando affermi "preferisco dimenticare la sintassi che l'educazione" anche qui non so quanto sia vero i secondo punto, visto il modo in cui attacchi un poveretto che ha espresso una sua opinione sulla media delle ragazze italiane. Grazie al cielo non sono tutte brutte e stronze, e qualche ragazza bella e simpatica c'è anche da noi, specie al nord (mi riferisco soprattutto a quella fantastica regione che è l'emilia-romagna :) però ahimè quando si va da Roma in giù, salento (terra benedetta) escluso è, tranne poche e vistose eccezioni, un vero disastro...

4) Se s.l. non vede errori di sintassi nel discorso di Francesca non c'è molto di cui stupirsi, e anche lì oltre che alla forma anche la sostanza è alquanto carente, e mi doglio che questa persona abbia preteso troppo ma sinceramente il suo discorso non è intelligibile da chi parla la lingua italiana :-P

saluti!

francesca-hu ha detto...

inizi con "stronze" e ti consideri un poveretto bersagliato, ma va!

almeno non scrivere mi DOGLIO se mi critichi la grammatica!

ben dai, ho scampato almeno la de Filippi:-)

francesca-hu ha detto...

Giorgio, molla gli euri che mi apre che me li merito va!

C.R. ha detto...

Ho visto adesso questo bel post, con commenti molto animati.

C'é del vero in tutto, ma é il mondo che cambia.
Secondo me non é vero che l'Italia faccia tanto schifo. Certo ha le sue pecche come tutti, ma alcune cose fanno fatica a cambiare, perché non dipendono da noi. Per esempio, perché l mafia ha tanto potere?: perché il potere é la mafia.
ci sono molte cose negative che vanno avanti da molto tempo, ma non perché problemi reali, ma semplicemente interessi di qualcuno.
Se non altro crediamoci noi! crediamo che l'Italia non sia solo Berlusconi, e la tanto pubblicizzata "monnezza" di Napoli.
l'Italia siamo anche noi, le persone, e allora cerchiamo di aver fiducia, e di far vedere al mondo la nostra parte migliore. :)

Carlo.

tubulidae ha detto...

Ciao Carlo,
dovremmo riuscire ad apprezzare noi stessi. Hai ragione. E' facile sputare in faccia al mondo, lamentndoci di tutto e dicendo di voler cambiare tutto. Purtroppo noi stessi dovremmo iniziare a cambiare. Sembra scontato ma non é facile farlo.
:)

francesca-hu ha detto...

gli ultimi due commenti mi trovano concorde, anche se ammetto che pecco anche io qualche volta di pessimismo riguardo al mio Paese, un po' anche perché é comodo e liberatorio, non é giusto buttare tutto il bello che ancora c'é:-) bravi a carlo e giorgino!